Seguici sui social

Arredamento

Guida alla scelta della libreria perfetta

Vuoi arredare casa con una bella libreria di design, che contenga tutti i tuoi libri? Ecco tutti i consigli degli esperti – su materiali, modelli, colori, disposizione e tanto altro ancora – dei nostri esperti di interior design.

Libreria

Quando si tratta di arredare, i complementi d’arredo come le librerie sono essenziali per dare un tocco di stile agli spazi e nello stesso tempo comodi per contenere libri ed oggetti. La selezione di questi elementi può però rilevarsi complessa, data la vasta varietà di opzioni disponibili. Vediamo insieme come individuare il modello di libreria perfetto per le proprie esigenze.

Come scegliere la libreria: modelli e tipologie.

Nel mondo dell’arredamento, le librerie rappresentano una categoria particolarmente ricca e variegata, in grado di adattarsi a molteplici esigenze e stili di vita. Ci sono librerie per ogni gusto e necessità: dalle classiche librerie, perfette per gli amanti dei libri con collezioni estese, alle soluzioni più moderne e minimaliste, ideali per chi predilige un design pulito e funzionale.

Le librerie a muro, ad esempio, sono particolarmente apprezzate perché, come suggerisce il nome stesso, occupano intere porzioni di parete e riescono ad adattarsi a qualsiasi stile. In questa categoria rientra anche l’armadio libreria, opzione consigliata in camera da letto, in quanto si presenta come un guardaroba con una sezione di scaffali a giorno, oppure se si preferisce una soluzione protetta da un vetro.

In alternativa ci sono le librerie modulari, la cui struttura può essere combinata e adattata secondo il proprio gusto personale. Mobili del genere possono essere anche bassi, ovvero ospitare un numero contenuto di testi, mentre la parte superiore viene utilizzata come piano di appoggio per lampade, soprammobili, tv e altri oggetti.

Un elemento di rilievo nel settore dell’arredamento d’interni è la boiserie libraria, una struttura installata in prossimità di una parete con lo scopo di rivestirla integralmente. Viene solitamente utilizzata per esporre opere letterarie di valore, targhe commemorative, cornici artistiche e fotografiche: la boiserie si distingue per la sua capacità di unire estetica e utilità. La sua realizzazione richiede una progettazione accurata, che consideri sia l’armonia visiva con l’ambiente circostante, sia l’ottimizzazione dello spazio per l’esposizione degli oggetti.

Sempre più richieste sono librerie di design, dalle forme insolite e geometriche, progettate per ottimizzare lo spazio disponibile e comunque allo scopo di aggiungere un valore estetico nell’ambiente. Le bifacciali, accessibili da entrambi i lati, ad esempio, sono posizionate tra due locali per dividere un openspace. Questo genere di complemento viene spesso realizzato con materiali particolari come metalli, resine, plexiglass e cartongesso.

Poco utilizzate ma molto comode in cado di spazi limitati, sono le librerie angolari: sono progettate per adattarsi agli angoli delle stanze, un’area spesso trascurati; l’uso dello spazio angolare non solo ottimizza l’area disponibile, ma crea anche un punto focale.

Innovative e molto originale, le librerie girevoli sono progettate per ruotare su un asse centrale. Offrono un accesso da tutti i lati e sono particolarmente utili in spazi ristretti dove il movimento intorno alla libreria potrebbe essere limitato. Le librerie girevoli possono anche servire come divisori di spazio dinamici e sono spesso utilizzate in ambienti multifunzionali.

La libreria a scala richiama le classiche biblioteche e aggiunge un tocco di eleganza a qualsiasi ambiente. Le scale scorrevoli o rimovibili permettono un facile accesso ai libri disposti su ripiani alti. Queste librerie sono ideali per collezioni di libri estese e possono essere realizzate in una varietà di materiali, dall’elegante legno fino al metallo per un aspetto più industriale.

Le librerie sospese offrono un look moderno e leggero. Queste strutture sono fissate alla parete in modo tale da sembrare fluttuare. Sono ideali per ambienti moderni o minimalisti e possono essere utilizzate per creare un effetto visivo interessante. A differenza delle librerie tradizionali, le sospese non occupano spazio a terra.

Le librerie incassate rappresentano un’elegante soluzione per ottimizzare lo spazio e arricchire l’estetica di un ambiente. Queste strutture sono costruite all’interno di muri o nicchie, rendendole parte integrante dell’architettura della stanza. Grazie a questo approccio, non solo si sfrutta al meglio lo spazio disponibile, spesso trascurato o inutilizzato, ma si crea anche un aspetto visivo uniforme e armonioso. Le librerie incassate possono essere personalizzate in termini di dimensioni, stili e materiali, permettendo così una completa integrazione con il design e la decorazione interna.

Come scegliere la grandezza della libreria.

Altezza, larghezza e profondità rappresentano i parametri dai quali partire per trovare la libreria perfetta. Bisogna inoltre considerare il numero dei volumi e i complementi da esporre, per evitare di ritrovarsi con scaffali vuoti o disordinati.

Le proporzioni rivestano un ruolo determinante, per cui è bene sapere che librerie importanti devono occupare porzioni estese, mentre all’interno di camere di piccole dimensioni è meglio non riempire una parete intera per evitare di appesantire la stanza.

In linea generale una libreria componibile di grandi dimensioni può andare bene per living e salotti, mentre nella zona notte sono da preferire versioni minimal ed essenziali.

Quando è consigliato optare per una soluzione su misura.

Libreria
Guida alla scelta della libreria perfetta

La scelta di una libreria su misura dovrebbe essere considerata in seguito alla valutazione di diversi criteri chiave.

Primo fra tutti l’adattabilità alle specifiche dimensioni e alla configurazione dello spazio in questione. Le librerie su misura offrono soluzioni ottimali per ambienti con dimensioni atipiche, angolazioni irregolari o spazi ristretti, massimizzando l’utilizzo dell’area disponibile.

Anche la personalizzazione estetica è un aspetto fondamentale. Una libreria su misura consente un allineamento armonioso con lo stile e il tema decorativo dell’ambiente circostante, consentendo la scelta di materiali, finiture e colori specifici che si integrano perfettamente con il design interno esistente.

Un altro elemento che influisce è la funzionalità. Le librerie su misura possono essere progettate per soddisfare esigenze specifiche, come l’incorporazione di spazi per oggetti di dimensioni non standard, la creazione di aree di lavoro integrate, o l’aggiunta di funzionalità speciali come l’illuminazione integrata.

La scelta di una libreria su misura può essere guidata dalla necessità di un elevato livello di qualità e durata. Queste soluzioni spesso implicano l’uso di materiali di alta qualità e tecniche di costruzione superiori, garantendo un prodotto finale che non solo è esteticamente piacevole, ma anche resistente e durevole nel tempo.

Librerie componibili: quando scegliere questa tipologia.

Le librerie componibili rappresentano una soluzione versatile e adattabile per l’organizzazione e l’arredamento di spazi abitativi e lavorativi. La scelta di questa tipologia è particolarmente indicata in diverse circostanze.

Grazie alla flessibilità di configurazione sono indicate quando si prevede la necessità di modificare o riorganizzare lo spazio nel tempo; possono essere riarrangiate, ampliate o ridotte in base alle mutate esigenze di spazio o stile.

Sono ideali per spazi con dimensioni variabili o per ambienti che richiedono soluzioni personalizzate, ma non necessariamente permanenti o su misura. Le librerie componibili possono essere facilmente adattate per aderire a diverse configurazioni di spazio.

Generalmente questa tipologia di libreria rappresenta una soluzione più economica rispetto alle opzioni su misura, pur mantenendo un buon livello di personalizzazione e qualità.

Indicate anche per chi desidera aggiornare frequentemente l’aspetto del proprio ambiente senza impegno eccessivo, perché offrono la possibilità di cambiare l’aspetto e la funzionalità senza dover sostituire l’intero mobile.

Sono facilmente trasportabili, quindi se si prevedono traslochi o rilocazioni frequenti, le librerie componibili, rappresentano una scelta pratica.

Hanno un’ottima versatilità d’utilizzo. Possono essere utilizzate in diversi contesti, da ambienti domestici a uffici, e adattate per diversi usi – non solo per libri, ma anche per esporre oggetti decorativi, creare separatori di spazio, o come soluzioni di storage.

Quali materiali utilizzare per fare una libreria.

Libreria
Guida alla scelta della libreria perfetta

La scelta del materiale per la realizzazione della libreria è molto importante, perché influenza sia l’aspetto estetico, sia la durata nel tempo.

Il legno è sicuramente il materiale tradizionale e più utilizzato. Offre un aspetto caldo e naturale, con la possibilità di scegliere tra varie tonalità e tipi, come il pino, il rovere o il noce. È resistente e durevole, ma spesso richiede manutenzione periodica per conservare il suo aspetto.

Il metallo, come l’acciaio o l’alluminio, è una scelta moderna e industriale. Offre una struttura solida e durevole, resistente ai danni e facile da pulire. Le librerie in metallo possono avere un aspetto minimalista e sono ideali per ambienti contemporanei.

Il plexiglass, un tipo di plastica trasparente e resistente, sta diventando sempre più popolare nella realizzazione di complementi e librerie sospese. Offre un aspetto moderno e quasi invisibile, che si adatta bene in ambienti piccoli o già pieni, poiché non appesantisce visivamente lo spazio. È meno resistente ai graffi rispetto ad altri materiali, ma offre una resistenza notevole agli urti. Le librerie in plexiglass sono un’ottima soluzione per qualsiasi tipologia di arredo.

L’MDF (Medium Density Fibreboard) è un altro materiale comunemente utilizzato. Si tratta di una tavola di fibre di legno pressate, più economica del legno massello ma comunque resistente. Viene spesso rivestito o verniciato e può essere modellato in vari stili e colori.

Il vetro è un’opzione elegante e sofisticata. Le librerie in vetro aggiungono un tocco di classe e leggerezza all’ambiente. Tuttavia, richiedono una manutenzione attenta per evitare impronte e graffi, e sono meno resistenti ai carichi pesanti rispetto ad altri materiali.

Il cartongesso è un’altra opzione interessante per la realizzazione di librerie. Questo materiale offre grande flessibilità nel design, consentendo di creare librerie su misura che si integrano perfettamente con l’architettura della stanza. Le librerie in cartongesso possono essere costruite direttamente nelle pareti, sfruttando nicchie esistenti o creando nuovi spazi dedicati, e possono essere progettate in svariati modi, adattandosi a qualsiasi esigenza di spazio e stile.

La scelta del materiale per la libreria dipende dallo stile desiderato, dal budget, e dalla funzionalità richiesta. Ogni materiale ha i suoi vantaggi e svantaggi, che si adattano a diverse esigenze e gusti.

Come scegliere il colore della libreria.

La scelta del colore per la libreria è un passaggio fondamentale, in grado di influenzarne profondamente l’atmosfera. Un contrasto cromatico non armonioso può trasformare uno spazio, rendendolo opaco e poco invitante; il giusto colore, invece, può arricchire e vivacizzare l’ambiente.

Il colore del legno, ad esempio, apporta un senso di calore e accoglienza, creando un’atmosfera rilassante e confortevole. Al contrario, una libreria bianca può amplificare la luminosità dello spazio, donando una sensazione di ampiezza e freschezza. Optare per librerie colorate permette di infondere personalità e stile, trasformandole in punti focali che esprimono il carattere individuale.

Il plexiglass rappresenta un’alternativa intrigante, portando equilibrio e armonia all’ambiente, specialmente quando abbinato a colori vivaci e audaci in altri arredi. Questo materiale, con la sua trasparenza cristallina, offre una qualità unica: quella di lasciar passare la luce naturale, creando giochi di riflessi e un’atmosfera suggestiva e raffinata. Questa caratteristica lo rende particolarmente adatto per chi desidera uno stile che trascenda le tendenze passeggere.

In una libreria trasparente, i libri e gli oggetti in esposizione diventano protagonisti, raccontando la storia e la personalità degli abitanti della casa. La trasparenza del plexiglass enfatizza il contenuto della libreria, permettendo a questi oggetti di assumere un ruolo centrale nello spazio, conferendo allo stesso tempo una sensazione di ordine e pulizia.

Scegliere il colore di una libreria non è solo una questione estetica, ma un modo per definire lo stile e l’atmosfera di una stanza, evidenziando la personalità di chi vi abita e creando un ambiente accogliente e armonioso.

Come disporre i libri.

Libreria
Guida alla scelta della libreria perfetta

Una volta acquistata la libreria, non rimane che capire come posizionare i libri, optando fra i vari sistemi. Il primo dei quali, probabilmente il più diffuso, consiste nel posizionarli in base alla grandezza, partendo dal volume più alto per poi scendere fino ad arrivare al più piccolo. In alternativa si può creare una suddivisione per genere o per autore.

Molto usata la tecnica del colore. Si posizionano i libri in base al colore di copertina, così da creare mensole rosse, verdi, gialle, total white, etc. Per dare più movimento alla libreria si possono combinare i testi considerando il loro spessorealternando posizioni verticali a quelle orizzontali, nonché ad altri complementi come vasi, vecchie macchine fotografiche, statuine o piante.

Quando le copertine sono particolarmente decorative spesso vengono rivolte verso lo spazio della casa, allo stesso modo di come si fa con i quadri. Le illustrazioni e le foto, in definitiva, consentono di arredare con stile.

Il centro dello scaffale del ripiano si presta per accogliere i fermalibri, elementi generalmente realizzati in metallo oppure in legno piegati ad angolo retto, in grado di bloccare e mantenere dritti testi, fumetti, opuscoli e riviste.

Commenti

Le notizie più lette