Seguici sui social

Consigli Utili

Il fascino del vetro per le pareti della doccia

Il vetro per le pareti della doccia può rivelarsi molto più che un semplice para-spruzzi, ma un elemento fondamentale per dare luce, profondità e stile al bagno di casa. In commercio esistono diverse tipologie di vetro con differenti finiture, scopri qual è quella perfetta per casa tua!

Vetro per le pareti della doccia

Il vetro per la cabina doccia rappresenta una soluzione di grande design che conferisce valore da un punto di vista estetico. Il box doccia è composto da una serie di elementi che scelti in base all’ambiente circostante, per creare una struttura pratica e performante.

Particolare attenzione merita la scelta del

vetro

delle porte e delle pareti, che contribuisce a dare ulteriore valore e pregio estetico alla doccia. Sul mercato esistono diverse soluzioni che consentono di realizzare box doccia su misura secondo le proprie esigenze di design, ma anche pratiche. Uno dei modelli più apprezzati è il box doccia Vismara vetro, disponibile in diverse collezioni e caratterizzato dalla stampa digitale, una tecnologia utilizzata per personalizzare le lastre di vetro con scritte, disegni, immagini ecc…

I principali elementi del box doccia.

La doccia è dotata di un tubo destinato all’immissione dell’acqua che passa tramite un soffione formato da diversi fori per il deflusso del liquido. Sotto al piatto doccia, l’acqua defluisce tramite uno scarico dotato di sifone. Il soffione può essere applicato a parete o a soffitto e, comunque, va installato ad un’altezza di almeno 200-210 cm dal piatto doccia. A seconda delle preferenze dell’utente, il soffione può essere dotato di un getto ad effetto pioggia oppure di due getti ad effetto cascata. Talvolta il soffione viene sostituito con una doccetta dotata di tubo flessibile, che può essere estratta per direzionare il getto verso la zona desiderata.

Il miscelatore ha il compito di determinare la temperatura e l’erogazione dell’acqua. Il modello monocomando ha una leva per regolare sia il getto che la temperatura. In alternativa, c’è il miscelatore termostatico che consente di regolare la temperatura preferita, evitando quegli antipatici sbalzi tra freddo e caldo e riducendo notevolmente anche lo spreco idrico.

Tra i componenti fondamentali del box doccia c’è il piatto doccia che, grazie ad una leggera concavità, favorisce il deflusso dell’acqua verso il sifone. Il piatto doccia da appoggio viene utilizzato quando lo strato è appoggiato appena sopra il massetto e quindi risulta più sporgente rispetto alla quota di terra; si usa il piatto doccia da incasso, invece, quando metà altezza è già inserita nel massetto; infine, il piatto doccia a filo pavimento è la scelta ideale per dare continuità al livello della pavimentazione, impedendo fuoriuscite d’acqua.

La struttura del box doccia può essere realizzata con vetri di diversi colori, forme, qualità e spessore. Quando si scelgono questi elementi è importante soddisfare innanzitutto i requisiti tecnici e pratici, e poi quelli estetici e di design.

Le caratteristiche di porte e pareti in vetro del box doccia.

Il vetro risulta il materiale più utilizzato per la composizione delle porte e delle pareti del box doccia ed è disponibile in diverse varianti.

I vetri trasparenti sono i più gettonati poiché risultano molto economici e fanno filtrare la luce, aumentando visivamente lo spazio in un bagno piccolo ed enfatizzando le piastrelle. Questa tipologia di vetro è però soggetta a sporcarsi facilmente, quindi richiede una pulizia continua.

Vetro per le pareti della doccia

I vetri fumé rappresentano una soluzione di grande stile e design, ed erano molto diffusi negli anni passati. Oggi vengono scelti da una cerchia ristretta di clienti e sono indicati per creare uno stile personale ed originale.

I vetri satinati dallo stile elegante e ricercato sono disponibili in due modelli: a buccia d’arancia e lisci. Il vetro a buccia d’arancia è più economico e non si presenta perfettamente liscio al tatto. Il vetro satinato liscio invece conferisce un’aria molto elegante e sofisticata ed è indicato per i bagni moderni dal fascino chic.

I vetri serigrafati sono dotati di fasce decorate collocate orizzontalmente nella zona centrale. Questa soluzione garantisce la privacy in doccia e contemporaneamente consente il passaggio della luce. Gli spessori disponibili vanno da 4 mm fino a 10 mm a seconda delle proprie preferenze. Con l’aumentare dello spessore, ovviamente aumenta anche il prezzo.

Indipendentemente dalla tipologia di vetro scelto per il proprio box doccia, è importante assicurarsi che sia sottoposto al processo di tempratura. Il vetro temprato, detto anche vetro di sicurezza, è trattato in modo tale da non essere pericoloso in caso di danni. Se dovesse rompersi, infatti, questo vetro si frantuma in schegge non appuntite e quindi non pericolose.

Pareti di vetro per le vasche.

Anche le vasche possono essere impreziosite con pareti di vetro che contribuiscono a dare ulteriore fascino e pregio estetico al bagno. Sono disponibili diversi pannelli in vetro di varie dimensioni progettati per completare la funzionalità delle vasche da bagno con un tocco di classe e di design. Le pareti in vetro per le vasche possono essere fisse, rotanti, pieghevoli, scorrevoli, ricurve o estensibili.

Tutte queste opzioni offrono all’utente la possibilità di personalizzare le vasche secondo le proprie preferenze, combinando sapientemente le esigenze estetiche con quelle tecniche e pratiche. Anche in questo caso è possibile selezionare la tipologia di vetro più indicata per conferire al bagno l’aspetto desiderato da un punto di vista di design e funzionale.

Commenti

Le notizie più lette