Seguici sui social

Ecologia & Risparmio

La salute del tuo giardino con antiparassitari e “medicine” naturali

La guerra nei giardino e negli orti si combatte contro muffe, malattie micotiche e invasioni di parassiti, che mettono a dura prova la salute delle nostre piante: ecco alcuni rimedi totalmente naturali, per evitare pesticidi e sostanze chimiche.

Parassiti

Quante volte vi è capitato che una pianta in giardino vi morisse inspiegabilmente o il tappeto erboso del vostro giardino ingrigisse in poco tempo e nonostante tutte le cure del caso? I motivi possono essere molteplici. Tra i principali, che affliggono indistintamente ogni tipo di giardino, orticello e pianta, vi sono malattie fungine e parassiti. I quali possono danneggiare una pianta in ogni sua parte e renderla fragile, mettendo a repentaglio la sua saluta e in alcuni casi portare alla morte.

Esistono vari metodi per scongiurare l’attacco di malattie e

parassiti

. I più utilizzati sono sicuramente quelli che fanno uso di antiparassitari e antifungini chimici, che però portano con sé anche numerosi “effetti collaterali”. Essi infatti, se utilizzati in modo sproporzionato e senza la dovuta cautela, possono arrivare a essere più dannosi, soprattutto per il terreno e l’habitat naturale, che utili. In primo luogo gli agenti chimici molto spesso eliminano anche colonie di insetti buoni, che sono antiparassitari naturali e contribuiscono a preservare la saluta della pianta. Inoltre, gli stessi prodotti chimici, possono intaccare la salubrità delle parti commestibili, ad esempio degli alberi da frutto o negli orti.

Per queste ragioni è spesso preferibile utilizzare, per quanto possibile, rimedi naturali, che, sia chiaro, non sono miracolosi. Spesso però sono molto efficaci e sicuramente più rispettosi dell’ambiente e con meno controindicazioni. Andiamo ad scoprirne alcuni, che possono aiutare a combattere e prevenire malattie e invasioni antiparassitarie.

La prevenzione prima di tutto.

Prima di arrivare a spiegarvi come curare o combattere situazioni a danno ormai avvenuto, passiamo dalla prima, è spesso migliore, arma contro patologie e invasioni di parassiti. La prevenzione, che può essere effettuate seguendo alcune semplice accortezze.

In primo luogo favorire la proliferazione di insetti utili, come coccinelle, lombrichi, api e libellule, che contrastano le invasioni di insetti nocivi per orti e giardini. Ovviamente molto importante, se ci si tiene davvero, è spendere del tempo per controllare foglie e rami di ogni pianta. Quantomeno per verificare la presenza di eventuali muffe o parassiti visibili ed eliminarli immediatamente. Le ortiche che nascono spontaneamente nel giardino o nell’orto non vanno assolutamente estirpate. Al contrario è buona norma lasciarle crescere, in quanto capaci di tenere lontani molti parassiti.

Infine, come ultima perla per prevenire, in particolare, invasioni parassitiche, vi consigliamo di lavare le piante, di tanto in tanto, con un getto di acqua e latte.

Macerato, decotto e infuso: la base del rimedio fai da te.

In natura vi sono dei prodotti che, grazie a proprietà particolari, sono dei veri e propri “medicinali naturali” contro parassiti e malattie micotiche. Solo per citarne alcuni tra i più famosi: aglio, ortica e equiseto sono dei toccasana per il vostro giardino, ma il problema è come utilizzarli.

No, lanciare spicchi d’aglio sulle vostre rose rosse non basterà a proteggerla dalle malattie, ma con poche semplici mosse il vostro intruglio benefico sarà pronto. Tra le tecniche e pratiche più diffuse ci sono sicuramente il macerato, il decotto e l’infuso: vediamoli nel dettaglio.

Il macerato.

Come primo passo dobbiamo sminuzzare finemente la pianta che utilizzeremo per il nostro rimedio naturale e metterlo in un recipiente di plastica, che provvederemo a riempire d’acqua. Attenzione a non riempire il recipiente fino all’orlo, perché il composto nel processo di macerazione produrrà della schiuma che potrebbe traboccare. Preparato il composto è necessario l’asciarlo all’aria aperta e al sole per circa tre settimane, avendo cura di mescolarlo almeno una volta al giorno. Per proteggere il tutto consigliamo di applicare una retina che protegga il contenuto del recipiente, ma faccia passare l’aria. Passati i giorni necessari alla macerazione, il prodotto finale andrà filtrato attentamente e versato in un flacone con erogatore spray. In questo modo potrà essere applicato in modo uniforme sulle piante da trattare.

Tra i macerati più famosi ricordiamo quelli:

  • All’aglio: potente antibatterico, capace di combattere muffe e funghi;
  • Di ortica: combatte ed elimina i parassiti e viene spesso utilizzato per gli orti. Attenzione sempre ai tempi di macerazione: all’ortica bastano una decina di giorni circa;
  • All’equiseto: molto efficace sia contro parassiti che malattie fungine. Contribuisce anche a rafforzare notevolmente le difese immunitarie della pianta e a stimolarne la crescita. L’equiseto può essere utilizzato anche come infuso o in macerazione con l’ortica, poiché ne esalta le qualità, creando un antimicotico molto potente, da usare non troppo spesso.
Parassiti

Scopriamo le principali cure naturali per il nostro giardino.

L’infuso.

Per preparare un buon infuso sarà necessario versare dell’acqua bollente sulle erbe utilizzate e lasciar riposare il tutto per un po’, prima di filtrarlo. Tutto molto semplice, chi non ha mai preparato un tè caldo? Anche in questo caso dopo il filtraggio utilizziamo un erogatore spray per diffondere il nostro infuso sulle piante.

Il decotto.

Procedura inversa all’infuso, bisogna infatti lasciare in ammollo le erbe utilizzate in acqua fredda, per almeno 24 ore, per poi bollire il tutto a fuoco lento e per un breve tempo. Anche in questo caso concludiamo con un filtraggio attento e con l’utilizzo del fedele erogatore spray.

Altri rimedi, per altri problemi.

Come si diceva in apertura, gli agenti esterni che possono attaccare il vostro giardino o il vostro orto sono molteplici. Per ogni problema, comunque, vi è un rimedio naturale:

  • Contro la ruggine consigliamo l’infuso o il decotto di assenzio;
  • Per prevenire o bloccare malattia fungine si può ricorrere anche al bicarbonato di sodio. Basterà diluirne un cucchiaio in un litro d’acqua e applicare il composto sulle piante tramite erogatore spray;
  • Effetto simile a quello del bicarbonato è quello della lecitina di soia. Per la preparazione metterne un cucchiaio in un litro d’acqua e lasciar riposare per qualche ora. È un rimedio molto potente contro la germinazione di spore e malattie fungine.

Commenti

Le notizie più lette