Seguici sui social

Lavori in casa

Pannelli frangisole: comfort abitativo, design e risparmio

Questo tipo di schermature dai raggi solari possono essere di vario tipo, con diversi meccanismi e di differenti materiali: i pannelli frangisole proteggono infatti l’abitazione dall’eccessiva esposizione al calore, in modo elegante ed economico.

Pannelli frangisole

I pannelli frangisole sono elementi di schermatura dalla luce solare. Essi, posizionati sulle facciate degli edifici in corrispondenza di finestre e vetrate, o internamente ad esse, hanno la funzione di controllare e ridurre il carico di radiazioni solari che grava sul carico termico dell’immobile. Ma, oggi, grazie all’evoluzione della tecnologia, sono in grado di coniugare il comfort abitativo, con il design architettonico di un’abitazione. L’uso del frangisole non è limitato solo alle superfici verticali. Talvolta, infatti, i frangisole possono essere impiegati come sistemi di copertura di superfici perfettamente orizzontali. Per poter assolvere questa funzione, però, devono essere a cosiddetta “tenuta”, ovvero resistenti ai carichi di pioggia e neve.

Questi sistemi hanno un funzionamento semplice, ma duraturo ed efficace. Essenzialmente proteggono gli ambienti di casa dall’eccessiva esposizione ai raggi solari, consentendo in questo modo di: limitare l’innalzamento della temperatura interna; consentire comunque il passaggio della luce; garantire il totale comfort abitativo. Oltre ad avere una casa più fresca d’estate, dunque, contribuisce anche al risparmio in termini di consumo energetico dovuto all’utilizzo di impianti di climatizzazione, che sarà infatti molto minore.

Per fugare ogni dubbio mettiamo subito in chiaro che le schermature solari esterne sono molto più efficaci che quelle interne. Questo perché esse intercettano le radiazioni solari prima che queste raggiungano le superfici vetrate, cioè prima di entrare in casa. Si evita così il surriscaldamento degli ambienti esposti.

Pannelli frangisole: tipologie.

La tipologia più classica di questo tipo di schermatura è costituita da lamelle regolabili, il cui orientamento varia in funzione: delle condizioni climatiche; del variare delle ore del giorno; della diversa esposizione all’irraggiamento solare di una finestra, piuttosto che di un’altra. Per adattarsi al meglio ad ogni tipo di edificio, esistono numerosi e diversi tipi di schermature solari, i più comuni sono:

  • I frangisole orizzontali;
  • I frangisole verticali;
  • I

    pannelli frangisole

    scorrevoli esterni.

Le lamelle di ognuno di questi tipi, e di quelli meno comuni, collegate a profili esterni di supporto, possono essere sia di tipo fisso, che di tipo orientabile. In quest’ultimo caso i meccanismi di movimento possono essere sia manuali, che elettrici. Le lamelle possono essere di diverse dimensioni, così come di diversi materiali, sempre nell’ottica di soddisfare ogni esigenza, anche estetica. Esistono, infatti, di svariati materiali che spaziano dal legno all’alluminio, dal cotto al PVC e molti altri ancora.

A rendere questo tipo di schermatura ancora più interessante è la possibilità di utilizzare materiali e tecnologie abbinabili al fotovoltaico. In questo modo è possibile coniugare le necessità di regolazione della temperatura e della luminosità degli ambienti con la trasformazione dei raggi solari in energia elettrica. Contribuendo così al fabbisogno energetico dell’immobile e portando un ulteriore risparmio economico al proprietario.

Pannelli frangisole: materiali e caratteristiche.

Come si è già detto in precedenza, le schermature solari possono essere di numerosi e differenti materiali. Vediamo quali sono i più comuni e utilizzati, e quali le diverse caratteristiche di ognuno di questi.

Legno. È un materiale molto utilizzato per le sue efficienti caratteristiche tecniche, è infatti preferibile rispetto ad altri materiali, come l’alluminio, perché ha una minor trasmittanza termica. Caratteristica che si traduce in una migliore protezione dai raggi solari e dal loro calore. Inoltre ha il vantaggio di essere anche un elemento di design grazie alla sua versatilità. Le differenti tonalità e sfumature lo rendono adeguato a soddisfare ogni gusto personale del committente.

Pannelli frangisole

Tutto ciò che occorre sapere sui pannelli frangisole.

Cotto. Altro materiale molto funzionale e decisamente apprezzato dal punto di vista estetico. Il montaggio di questo particolare frangisole avviene mediante l’utilizzo di profilati metallici inseriti nel foro interno dell’elemento in cotto, ottenuto per estrusione. Le dimensioni dei tubolari sono state studiate per realizzare combinazioni di chiaroscuri e alternanze di texture sulle facciate, con svariate forme per creare giochi di luce all’interno dell’ambiente. Anche il cotto può essere di differenti tonalità naturali o colorato, in base alle preferenze del proprietario. In cotto, infatti, si realizzano anche frangisole esclusivamente decorativi.

Alluminio. È un materiale sfruttato in particolare per la sua leggerezza, che comunque non ne limita la resistenza. Dal punto di vista estetico è molto elegante e minimal al naturale, ma può essere colorato in base alle preferenze. Grazie alla sua malleabilità, inoltre, è possibile dargli forme e trovare soluzioni su misura, in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.

Commenti

Le notizie più lette