Seguici sui social

Lavori in casa

Sette consigli per costruire una casetta da giardino velocemente

Con la bella stagione, cosa c’è di meglio di passare del tempo nella natura e all’aria aperta? Per avere il massimo del comfort anche all’esterno, una casetta da giardino in legno potrebbe rivoluzionare il vostro modo di vivere all’aperto. Ecco sette consigli utili per costruire la vostra casetta personale.

Casetta da giardino

Con l’arrivo della bella stagione, molti pensano alla partenza imminente per spiagge, località di villeggiatura e quant’altro. Molti altri invece approfittano del clima favorevole per dedicarsi alla casa e sopratutto al giardino. Fra le innumerevoli attività che si possono realizzare all’aria aperta, dall’agricoltura alla floricoltura, ricordiamo un lavoretto non sempre facilissimo, ma certamente capace di regalare soddisfazioni. Ci riferiamo al costruire una casetta da giardino, sia questa abitabile o meno.

Premesso che per rendere abitabile un ambiente è richiesta un’infinità di permessi e regole, e molto spesso occorre pagare diverse tasse. Sempre ammesso che sia possibile la costruzione sul terreno scelto, soprattutto nel caso in cui si usi cemento o qualsiasi altro materiale atto all’edificazione. Ovviamente, se volessimo costruire una casetta stile dependance in cemento o muratura ci vorrebbero i permessi del comune, un eventuale adattamento sul piano regolatore e, sempre che questo sia possibile, relativi progetti di geometri, ingegneri e chi più ne ha più ne metta.

Il discorso burocrazia cambia completamente se decidiamo di costruire una casetta in legno, sia questa prefabbricata oppure ricavata da legname di recupero. Nel caso stiate cercando una confortevole casetta da giardino prefabbricata, potete consultare il sito Pineca e acquistare quella ideale per le vostre esigenze. Su questo sito troverete, inoltre, molti preziosi consigli sul giardinaggio, sull’agricoltura ed in generale sul fai-da-te in giardino.

Casetta da giardino in legno.

Veniamo ora alla questione legata alla costruzione di una

casetta da giardino

partendo da zero. Innanzitutto ricordiamo che il legno è come ben noto un eccellente materiale per la costruzione, purché opportunamente trattato e selezionato in base a caratteristiche precise. In caso decideste di costruire una casetta in legno per il giardino, ricordate questi sette consigli generali, che vi aiuteranno nella sua progettazione e costruzione.

Consiglio 1: scegliere il tipo di legno adatto.

Esistono molti tipi di legno adatto alla costruzione, la principale differenza è se si tratta di legno da interno oppure da esterno. In questo caso, quello da esterno andrà benissimo. Le principali varietà sono il pino, l’abete ed il frassino, i quali richiedono una manutenzione periodica in quanto la colorazione di questi legni può sbiadire nel tempo e le fibre si possono deteriorare. I legni più resistenti agli agenti atmosferici anche senza particolare manutenzione, sono invece il larice, la sequoia, il castagno, l’acacia, il rovere e l’ulivo.

Casetta da giardino

Scopriamo insieme come costruire una casetta da giardino.

Consiglio 2: valuta un terreno adatto.

Può sembrare un consiglio banale, ma spesso può accadere di confidare in un terreno per costruire in base alle stime fatte durante un breve periodo dell’anno. In nove casi su dieci, infatti, questi lavoretti si fanno in primavera ed in estate, senza tenere conte dei forti cambi delle condizioni climatiche durante il resto dell’anno.

Soprattutto se dovete costruire la casetta in un luogo di villeggiatura, in cui si è presenti per poche settimane all’anno, tenete sempre conto del periodo invernale, in cui la struttura potrebbe restare vittima: delle intemperie, in quanto magari mal esposta ai venti o poco riparata; venire allagata se costruita in zone con pendenze nelle vicinanze; trasformarsi in rifugio per animali o addirittura persone indesiderate, se posta a ridosso di boschi e strade.

Valutate sempre bene la durabilità del progetto e chiedendo eventualmente ai vicini di aiutarvi a custodire il giardino, durante le vostre assenze.

Consiglio 3: non farti prendere dalla fantasia, sii concreto.

Tutti vorrebbero una casetta da giardino che possa fare da seconda casa durante la bella stagione. Forse esageriamo, però diciamo che sicuramente può far piacere avere a disposizione un ambiente carino ed accogliente, a pochi passi da casa. Cercate, però, di non farvi prendere dalla mania del “ritocchino”, almeno fino a che la struttura principale della casetta non sarà completata.

Molti neofiti di questo settore, infatti, partono con la giusta determinazione, arrivano a buon punto nella costruzione, ma poi si fermano a pensare a piccole modifiche, cambi nel progetto e novità dell’ultima ora. Questi interventi, solitamente, portano via la maggior parte del tempo e rimandano il completamento dell’opera di giorni, settimane, a volte mesi.

Consiglio 4: progetta almeno il 50% del lavoro.

Ovviamente l’ideale sarebbe avere già un progetto chiaro di quello che vogliamo fare, prima ancora di metterci all’opera. Tenete sempre ben presente che non state edificando l’Empire State Building e che probabilmente dedicherete alla costruzione il tempo libero e magari parte delle vacanze. Per questo, proprio per non perdere troppo tempo e trovarsi a fare i conti con un’opera incompiuta, è importate tracciare quantomeno le linee guida di quella che vorreste fosse la vostra casetta da giardino.

In generale, le caratteristiche base possono essere molto simili, ma non sempre si deciderà fin dall’inizio se, ad esempio: ci sarà una finestrella o meno; se allungheremo il tetto in modo da ricavarne una veranda; se applicheremo vernice isolante colorata oppure trasparente… e mille altri dubbi apparentemente semplici, ma comunque capaci di farci perdere tempo e, in alcuni casi, addirittura la pazienza.

Consiglio 5: pianifica e lavora sugli interni.

Certo, se pensate ad un classico capanno da giardino, in cui custodire gli attrezzi, potete anche saltare direttamente al consiglio successivo. Se, invece, avete intenzione di creare una deliziosa casetta, vi conviene pensare fin da subito che cosa potrebbe piacervi e, soprattutto, che cosa è importante tenere d’occhio, affinché non ci siano spiacevoli imprevisti (chiodi sporgenti, schegge, legno che si rompe).

In caso non siate o non vi serviate di un designer provetto, il consiglio è quello di chiedere il supporto di qualche artigiano competente. Spesso può essere stupefacente vedere quello che può fare un falegname, in poche ore, con un paio di attrezzi e un legno grezzo.

Casetta da giardino

Scopriamo insieme come costruire una casetta da giardino.

Consiglio 6: già che lo fai, fallo bene.

Come dicevamo nel consiglio uno, il grande problema di queste opere dalla costruzione apparentemente semplice è dovuto alle stime che si fanno frettolosamente, senza tenere conto della durata dell’oggetto che vogliamo costruire. Una casetta da giardino in legno esposta alle intemperie è molto più duratura se rivestita di apposito impregnante per legno. L’esposizione al sole, evitando punti molto umidi, potrà essere un’ottima idea per evitare che il legno marcisca. L’applicazione di insetticidi al legno terrà poi lontani ospiti indesiderati. Esistono numerosi tutorial che spiegano quali sono le principali caratteristiche del legno, come tagliarlo, quali viti e chiodi sono i più adatti, perché è importante l’esposizione e soprattutto quanto può costare costruire una casetta in legno per il tuo giardino.

Consiglio 7: Costruire la tua casetta in legno può essere una terapia.

Come ormai ben noto, il contatto con la natura può avere effetti miracolosi contro lo stress, l’ansia e le tensioni della routine quotidiana. Si può, quindi, considerare il tempo dedicato a costruire una casetta come una terapia contro lo stress. Anche se non avete molta manualità, potrete comunque godere della soddisfazione di aver imparato qualcosa di nuovo, mettendovi alla prova con tavole, vernici, chiodi e martelli. Potrete, inoltre, godere in modo diverso dal solito della natura che vi circonda e disconnettendovi così, per un attimo, dalle preoccupazioni quotidiane.

Commenti

Le notizie più lette