Seguici sui social

Mercato Immobiliare

Cosa deve contenere una buona assicurazione casa?

Hai mai pensato di stipulare un’assicurazione per la tua casa? Ecco quali sono le coperture più richieste e consigliate da inserire e quali casistiche coprono.

Assicurazione casa

L’assicurazione casa è una polizza assicurativa non obbligatoria che prevede numerose tutele nel caso di case di proprietà, case in affitto o appartamenti. Nel corso degli anni la richiesta di questo tipo di polizza è notevolmente aumentata.

Uno dei motivi per questa maggiore richiesta è che si tratta di una forma di tutela che pur comportando un certo costo annuo è in grado di ridurre – e in alcuni casi addirittura azzerare – le spese che si dovrebbero sostenere in seguito a eventi particolari che interessano un edificio a uso abitativo, il suo contenuto e i suoi abitanti. È inoltre possibile tutelarsi dai danni che potremmo causare a terzi (per esempio i vicini) in relazione alla proprietà o al possesso della casa.

Un’assicurazione casa può essere stipulata in modo tradizionale, recandosi nella sede della compagnia assicurativa, oppure tramite Internet; è per esempio il caso della polizza casa online Linear, un prodotto altamente personalizzabile dal cliente in base alle sue specifiche esigenze.

Dal momento che esiste la possibilità di notevole personalizzazione della polizza, cerchiamo di capire quali sono le coperture che dovrebbero essere presenti in una buona assicurazione per la casa.

Assicurazione per la casa: quali coperture inserire?

Le coperture che possono essere inserite in un’assicurazione per la casa sono numerose e la loro scelta dipende dalle specifiche esigenze di ognuno, dalla propria situazione familiare e anche dal budget che si intende destinare a questo tipo di tutela.

Alcune garanzie si ritrovano in tutti i contratti proposti dalle varie compagnie assicurative, altre possono essere previste da alcune, ma non da altre.

Assicurazione casa
Cosa deve contenere una buona assicurazione casa?

Una copertura classica è per esempio quella relativa ai “danni al fabbricato” che protegge l’assicurato da tutti gli eventi accidentali che possono provocare danni anche molto costosi: incendio, fuoriuscite d’acqua, esplosione, scoppio, corto circuito, fulmini, fenomeni elettrici ecc. Questa copertura limita notevolmente le spese da sostenere in seguito a questi eventi.

Molto importante anche la “responsabilità civile del proprietario”; con questa garanzia ci si protegge dagli eventi legati alla propria casa che possono danneggiare accidentalmente terzi (persone, cose o animali).

Una copertura che vale la pena di considerare è quella dei “danni al contenuto” che copre i danni subiti dai beni contenuti nell’abitazione in seguito a incendio, esplosione, corto circuito, fuoriuscite d’acqua, fenomeni elettrici ecc.

Da non sottovalutare l’inserimento della copertura “eventi atmosferici e atti vandalici” che copre dai danni diretti e indiretti causati da grandine, neve, vento e temporali e anche da quelli causati da altre persone nel caso di eventi quali tumulti, sommosse, manifestazioni violente ecc.

Può evitare ingenti spese anche le coperture “assistenze per i guasti” relative ai danni che richiedono l’intervento di professionisti come fabbri, vetrai, idraulici ed elettricisti.

Copertura interessante è quella da “furto e rapina in casa” che tutela l’assicurato dai furti e rapine in casa, anche solo tentati.

Ci si può anche tutelare con la garanzia “infortuni domestici e tempo libero”; si sarà coperti dagli infortuni che possono colpirci quando si è in casa o fuori (una caduta mentre si eseguono le faccende domestiche oppure quando siamo a giocare a calcetto con gli amici ecc.); si riceverà un indennizzo in caso di infortuni con fratture o lussazioni.

Questi sono soltanto alcuni semplici esempi, ma sono molte altre le coperture che potremmo prendere in considerazione per affrontare con maggiore serenità una situazione spiacevole.

Commenti

Le notizie più lette